Google+ Pazzi per il Cinema: febbraio 2014
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

mercoledì 26 febbraio 2014

Piaceri proibiti

Chi legge Ciak conoscerà sicuramente la rubrica che dà il titolo all'articolo e di conseguenza di cosa tratteremo oggi, gli altri continuino a leggere.
L'altro giorno (tipo un mese fa, ma vabbè...) leggo sul blog di Marco "Cannibal Kid" Goi, e precisamente nel post Film Vergogna, un invito ai blogger di cinema a lavare i proprio panni sporchi in pubblico pubblicando la lista dei dieci film che amiamo in segreto. Ora, perché "in segreto"? Ebbene oggi parleremo di quelle pellicole che solitamente è meglio non dire in giro che ci piacciono, per le quali gli amici ci toglierebbero l'amicizia su Facebook. Magari che sono state polverizzate dalla critica negandoci il diritto di presentarci come amanti della settima arte, ma che noi amiamo lo stesso in segreto (in segreto un corno, dopo questo articolo temo perderò tutti i miei 25 lettori...)



10. Grosso guaio a Chinatown
Arti marziali, sparatorie, esplosioni verdi, gente che entra e esce volando, magia cinese... Come si può non amare questo film? Inoltre Kurt Russell è mitico come sempre ed interpreta Jack Burton, un personaggio che ho nel cuore accanto a Jena Plissken.
Da piccolino lo guardavo continuamente in VHS e... come dite? Questo non è un film imbarazzante, anzi è un cult anche per voi? Ah... Va bene, ci ho provato. Avanti col vero numero 10.



10. Tremors
Tremors è l'esempio di come non siano necessari mirabolanti effetti speciali per realizzare una pellicola affascinate. Basta un'idea interessante, attori credibili a qualche chilo di dinamite ed il film è bell'e pronto. Da piccolo avevo il VHS registrato dalla TV senza pubblicità ed era tra i più gettonati da vedere con gli amici, insieme a Jurassic Park e L'armata delle tenebre. Che infanzia magica ha avuto la mia generazione! Non ne fanno più film così... Oddio, parlo come un vecchio! ಠ_ಠ



9. Starship Troopers - Fanteria dello spazio
Quando non si capisce se un film fa ridere di proposito o involontariamente significa che qualcosa non è andata per il verso giusto. Però il guazzabuglio di Monster movie, Teen movie, Sci-Fi e pomposità da cinema catastrofico rendono Starship Troopers talmente esagerato ed ignorante da rimanerne affascinati e non poter fare a meno di guardarlo tutte le volte che lo danno in televisione. E poi, come si fa a non amare un film dove si uccidono insetti giganti con fucili mitragliatori del futuro? :D



8. Il Quinto Elemento
Milla Jovovich, Bruce Willis e Gary Oldman nella stessa pellicola! Devo aggiungere altro? Come dite? Potevo già fermarmi a "Milla Jovovich"? Buongustai...



7. I film di Bud Spancer e Terrence Hill (tutti)
All'inizio volevo sceglierne uno solo, e puntavo su I due superpiedi quasi piatti, ma poi ho pensato a "Solo Puffin ti darà forza e grinta a volontà" di Chi trova un amico trova un tesoro e alla "Dune Buggy rossa con cappottina gialla" di Altrimenti ci arrabbiamo e l'indecisione ha preso il sopravvento. Lo so, quei film sono fatti con lo stampino e quello che cambia è solo la location (e talvolta manco quella), ma che ci posso fare? Mi ricordano troppo la mia infanzia! 



6. Ultraviolet
Una Milla Jovovich mezza vampira protagonista di una pellicola di fantascienza dove... Come dite? Posso fermarmi a "Milla Jovovich" che già avete capito perché amo Ultraviolet? Va bene allora, avanti col prossimo film!



5. Double Team - Gioco di squadra
Ora che siamo nella seconda metà della classifica i giochi cominciano a farsi interessanti. 
Dovete sapere che i film con Van Damme li adoro tutti o quasi, in particolare ho apprezzato Senza esclusione di colpi e La prova (che vidi al cinema con mio padre a sala praticamente vuota). Ma questi non sono titoli particolarmente brutti. Double Team, invece, è universalmente riconosciuto come uno dei peggiori film di sempre, e degno di figurare nella classifica dei "film vergogna". Adoro ogni suo singolo fotogramma: dall'inizio molto Sci-Fi alle sequenze finali al Colosseo tra tigri, mine e motociclette. Vedete, penso che le pellicole con Van Damme siano come quelle sui sottomarini: saranno pure tutte uguali, ma le ami a prescindere.



4. Chiedimi se sono felice
Comicità pulita e sceneggiatura ben scritta fanno di Chiedimi se sono felice un prodotto intelligente e meritevole di essere guardato, e lo dico più come dato di fatto che come parere personale. Perché allora metterlo nella lista dei "film che ci vergogniamo di amare"? Perché non so voi, ma conosco gente alla Guidobaldo Maria Riccardelli che se per sbaglio dici di apprezzare un qualsiasi film snobbato come "commerciale", automaticamente non ne capisci nulla di Cinema. Mah...



3. Supernova
Eccoci arrivati sul podio, alle posizioni più croccanti della classifica. Come dite? Croccanti non è un aggettivo corretto per riferirsi ad una pellicola? Vabbè, tanto ormai dopo questo articolo la credibilità del blog sarà calata al punto che Google lo toglierà dagli indici. Dovete saperlo, Supernova è uno dei miei film di fantascienza preferiti. Ebbene sì, lo ammetto. Lo amo anche se la sceneggiatura starebbe tutta su un tovagliolo. Lo amo anche se i personaggi sono da Sagra dello Stereotipo. Lo amo anche se gli effetti visivi sembrano fatti con After Effect. Lo amo. Il fatto è che questo film è MOLTO odiato, sia su Internet che tra le persone che frequento. Tra le critiche più sentite che si leggono sulla Rete c'è quella contro Robin Tunney, rea di non apportare contributi significativi alla storia se non limitarsi a mostrare i seni e nient'altro. NIENT'ALTRO? Ci sono film che si reggono su assunti di questo tipo! Mai visto Space Vampires? No? RIMEDIATE! ORA! ò_ò



2. xXx
Perché mi piace questo film. Umh... Forse perché ci sono le canzoni dei Rammstein, o forse perché adoro i film d'azione ignoranti, o magari perché me lo fece scoprire alle superiori quella ragazza che mi piaceva tanto, non so. È difficile capirne il motivo. Fatto sta che ogni volta che lo passano in televisione, xXx è un appuntamento fisso che non manco mai. Ah, e sappiate che non è vero che Asia Argento non sa recitare! Pensate a Perdiamoci di vista e capirete che come attrice ci sa fare. Come dite? Che in quell'unico caso è merito di Verdone che è un bravo regista e saprebbe far recitare pure i sassi? Beh, in effetti...



1. Mortal Kombat
MOOORTAAAL KOOOMBAAAAAAAATTT!!!
♩♩♪  Ta-ta-tan ♩♪♩
♬♪ Ta-tu-ti ♪♪♩
♬♪♬ Ta-ta-tan ♬♪♬
Eccoci qui. Il peccato più inconfessabile. Il film più agghiacciante che si possa amare. Quello che se per sbaglio lo nomini la tua ragazza ti lascia. Ora, dovete sapere una cosa, io oltre ad essere cinefilo sono anche un grande appassionato di videogiochi. Quando uscì Mortal Kombat lo andai a vedere al cinema e MIO-DIO-CHE-COSA-EPICA! Cinema e videogiochi, due delle cose che amavo di più, unite insieme! FU AMORE!!! Poi, anni dopo usci il seguito...



Ora tocca a voi.
Quali sono i vostri amori cinematografici inconfessabili? Quali le pellicole che amate segretamente? Se non ve la sentite di partecipare alla pubblica gogna non è necessario che rispondiate nei commenti qui sotto, fatevi una lista a vostro esclusivo uso e consumo e valutate voi stessi i vostri piaceri proibiti, in piena sincerità ;)

mercoledì 19 febbraio 2014

9. Taken - La vendetta (2012)

Liam Neeson: il suocero che non ti auguri di avere.
Granitico tanto nei modi quanto nella recitazione. Un'espressione sola (estremamente incazzata) scolpita nel cartongesso e mantenuta per tutta la durata del film, roba che nemmeno la Stewart sarebbe in grado di fare. 
FERMI PERÒ!
Prima di addentrarci nell'analisi della pellicola premettiamo subito che questa pellicola è rivolta ad un pubblico di una certa caratura. Per esempio, siete i tipi che amano andare a far legna a torso nudo quando fuori nevica? Passate i fine settimana nella tranquillità che solo la pesca con la dinamite sa dare? Pensate che la caccia alla quaglia abbia senso solo imbracciando un emme sessanta?
Bene, allora questo film fa per voi.

Ogni storia che si rispetti ha una morale che viene trasmessa allo spettatore. In Momenti di gloria, ad esempio, si capisce che passione e dedizione portano a grandi risultati, in Schindler's List invece il messaggio che passa è che anche un solo uomo può fare la differenza.
In Io vi troverò (il prequel di questo film) la morale della favola era "a Liam Neeson nun je devi rompe li coj..." vabbè, ci siam capiti. Sfortunatamente pare che i terroristi di questa pellicola non l'abbiano capita e quindi porteranno la storia sugli stessi, identici binari della precedente, con situazioni trite e ritrite e che sanno di già visto.
Ora però dobbiamo essere sinceri e chiederci perché guardiamo ancora prodotti del genere. Per la trama? Per le doti recitative degli attori? Per la regia da Palma d'Oro? No signori, questi film li guardiamo perché sono dei piacevoli passatempi, perché sono fedeli al proprio pubblico e sanno intrattenerlo. Pensateci un attimo, raramente non apprezziamo prodotti di questo tipo proprio perché il canovaccio è sempre quello, non nutriamo elevate aspettative e tutto sommato se una cosa piace non c'è motivo perché cambi, si va sul sicuro, capite?
Quindi, volete un parere oggettivo sulla pellicola? È una colossale perdita di tempo. Parere soggettivo? Bella Liam, spakka tutto! ò_ò

Consigliato a:
Chi ha già visto il capitolo precedente e gli è piaciuto. Chi non l'ha visto (ed ama il cinema d'azione) provveda quanto prima.

Sconsigliato a:
Chi non ama l'odore del napalm al mattino e magari crede che il Cinema debba produrre solo film culturalmente elevati, senza concedersi mai una serata di maschie frivolezze.

martedì 11 febbraio 2014

8. Vijay - Il mio amico indiano (2013)

Diciamolo subito: Vijay (che si pronuncia come VJ di MTV per capirci) è un protagonista che da solo fa meritare alla pellicola il diritto di essere vista. Il merito è certamente dell'attore che lo interpreta ma anche gli sceneggiatori ci hanno messo del loro.
Tuttavia mentre Moritz Bleibtreu, pur non essendo Sellers, dà buona prova di sé, regalandoci un personaggio al tempo stesso profondo e divertente, i tre sceneggiatori realizzano una storia sì divertente e sfaccettata ma che impiega troppo tempo ad ingranare. Capiamoci, è giusto che un film si prenda i suoi tempi, ma il fatto che la vicenda decolli dopo quasi trenta minuti dà da pensare.

Inutile girarci attorno, il film è lento. Alcuni lo potrebbe definire "riflessivo" ma alla fin fine il risultato non cambierebbe. Badate bene non ho detto noioso, sia chiaro, il fatto è che la sceneggiatura non osa più di tanto e gioca sul sicuro, presentando in maniera eccessivamente prolissa un soggetto sì godibile ma che non brilla certo per originalità. Tutto sommato comunque il film è ben scritto e ben diretto, con particolare attenzione al montaggio ed al taglio delle sequenze. Le tensioni interne alle scene sono ben misurate e le battute a chiusura di sequenza aiutano a non far rallentare eccessivamente il ritmo.
Nota dolente è il commento sonoro a metà tra l'anonimo e lo "STRAPPATE LE CORDE DA QUEL MALEDETTO CONTRABBASSO E STROZZATECI IL COMPOSITORE! ò_ò" ma pazienza, non si può avere tutto. Seriamente, il maggior responsabile del ritmo da bradipo della pellicola è proprio l'accompagnamento sonoro, quasi del tutto assente ed inadeguato a commentare un film del genere.

Insomma, una pellicola tutto sommato godibile, che non fa rimpiangere il tempo trascorso nella visione ma che soffre di alcune pecche evitabili che ne affossano il giudizio complessivo.
Personalmente l'ho apprezzato ma fa rabbia pensare che sarebbero bastati pochi, piccoli accorgimenti per risollevare le sorti di una pellicola che viaggia col freno a mano tirato. Peccato, poteva venirne fuori un piccolo gioiello.

Consigliato a:
Chi cerca un film con un umorismo agrodolce diverso da quello al quale siamo solitamente abituati.

Sconsigliato a:
Chi non tollera le storie che viaggiano in seconda senza mai ingranare la terza.

giovedì 6 febbraio 2014

7. Jack Reacher - La prova decisiva (2012)

Attenzione! Questo articolo è rivolto espressamente ai maschietti. Le fanciulle sono pregate di chiudete gli occhi e smettete di leggere.

Fatto? Bene, ora che siamo tra uomini parliamo di cose da uomini: non credete anche voi che per rendere un film migliore basterebbe aggiungere un cecchino?
Ehi! Cos'è questo brusio?
Come dite? Sì vabbè, grazie, anche io penso che l'aggiunta di Emma Watson risolleverebbe le sorti di qualsiasi pellicola ma o facciamo discorsi seri oppure tanto vale.

Dicevamo, prendiamo un thriller giudiziario, di quelli solidi e magari tratti da qualche bel romanzo. Mettete nella sceneggiatura forti dosi di corruzione, mafia russa, inseguimenti, esplosioni, complotti, fanciulle in pericolo, detective e tante altre cose che piacciono a noi rudi uomini duri, che quando da piccoli ci chiedevano cosa avremmo voluto fare da grandi rispondevamo "il taglialegna". Ora inserite ex militari, il fucile da cecchino di cui prima ed una manciata di proiettili sette e sessantadue. 
Bene, se a questo punto pensate che questi elementi stiano bene insieme nella stessa pellicola allora avete trovato il film da vedere stasera, che saprà intrattenervi con scene d'azione ben costruite ed una trama meno banale di quanto appaia in principio. Se al contrario nel leggere queste parole gli occhi non vi brillano ed il cuore non vi batte forte forte pazienza, probabilmente non avete seguito il consiglio in apertura.

Consigliato a:
Chi cerca un legal thriller con elementi action. Certo, lo spettatore più attento noterà una certa prevedibilità dei colpi di scena, ma questo non pregiudica la complessiva godibilità dell'opera.

Sconsigliato a:
Chi non sopporta i protagonisti "one man army". In questo caso vi consiglio caldamente Shooter con Mark Wahlberg.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...