Google+ Pazzi per il Cinema: 51. Game Therapy (2015)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

mercoledì 9 dicembre 2015

51. Game Therapy (2015)

Cara mamma, perché mi hai fatto studiare? 
Hai insistito tanto per darmi un'istruzione, e invece guarda qui. No dico, GUARDA QUI! Delle persone sono state pagate per realizzare questo "film"! Io mi alzo alle sette meno un quarto per andare a lavoro mentre questa gente trae profitto da roba di 'sta risma. Ma perché? PERCHÉ?
La recitazione è inascoltabile e la sceneggiatura è colma di buchi e luoghi comuni che nemmeno il cinepanettone più becero ha visto mai. Inoltre, il soggetto è bassamente scopiazzato da Bokurano, Tron e chissà quanta altra roba...
Comunque, cari amici cinefili, se volete sapere se vale la pena spendere soldi per vedere 'sto film con Favij ed i suoi compagni di merende, la risposta è no. Anzi, vi dirò di più: non solo non vale il vostro denaro ma neppure il vostro tempo. Non guardatelo nemmeno gratis. Non scaricatelo neanche. Maledizione, se penso che io videogiocatore possa essere accomunato a questa gente qui... AAARGH!!! La mia ira! Qui abbiamo gli estremi per una bella querela per diffamazione! Chi ci sta per una class action?

Come dite? I protagonisti sono youtuber e non attori professionisti e quindi sbaglio a criticarli tanto aspramente? Balle. Punto primo, se 'sta robetta è stata distribuita nelle sale, allora deve essere pronta ad essere giudicata. Punto secondo, di youtuber italiani che girano web serie DI QUALITÀ ne abbiamo a bizzeffe. Perché non portiamo quelli sul grande schermo? Eh?

Come dite? Sbaglio a valutare tanto duramente questo prodotto perché il target di riferimento è un pubblico di 12enni? Balle. Non solo la metà dei videogiochi citati nel film è classificata PEGI 18, quindi teoricamente fuori dalla portata del "target di riferimento". La cosa grave è che se io quando avevo 12 anni andavo avanti a botte di Ritorno al Futuro, Indiana Jones e Guerre Stellari, non vedo perché i produttori nostrani debbano insultare l'intelligenza dei preadolescenti propinandogli prodotti di così bassa lega.

Consigliato a:
Chi ha il masochismo nel sangue.

Sconsigliato a:
TUTTI. A confronto Mortal Kombat - Distruzione totale, Super Mario Bros. e quell'atrocità di Max Payne con Wahlberg protagonistasono Capolavori.

4 commenti:

  1. Risposte
    1. Mi sa che ce l'ho davvero il masochismo nel sangue :(

      Elimina
  2. Addirittura ispirato a Bokurano? Allora me lo devo recuperare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scritto BASSAMENTE ispirato a Bokurano. Questo film è l'antitesi di qualcosa di ben riuscito. Come sceneggiatura siamo ai livelli di Mortal Kombat: Annihilation, non so se rendo l'idea... XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...