Google+ Pazzi per il Cinema: 52. 50 Sfumature di Grigio (2015)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

venerdì 11 dicembre 2015

52. 50 Sfumature di Grigio (2015)

Questo "film" lo recensisco solo perché fra un po' dovrò stilare la classifica delle pellicole migliori e peggiori del 2015, e di film orrendi quest'anno ne ho visti pochi (per fortuna). Ma veniamo a noi.
C'è poco da fare. Se il soggetto è debole non importa quanto buona sia la regia. La noia prenderà il sopravvento. Sempre. Certo, avere alte aspettative per questa fanfiction di Twilight era da stupidi. Tuttavia da un plagio di quel capolavoro che è Secretary mi aspettavo qualcosa di più. E per un breve momento l'ho pure sperato che questo "film" non fosse l'orrore che invece è. Dopotutto il libro ha venduto parecchio, no?

Scherziamo? No, sul serio: SCHERZIAMO? =_="
I due protagonisti sono quanto di più piatto ed insipido si possa trovare in circolazione. Lei, una stordita di prima categoria, altro non è che una macchietta sessista. Lui ha dialoghi degni di una puntata a caso dei Power Rangers, con cadute di stile degne delle più becere barzellette zozze. Io mi chiedo, ma l'autrice che cavolo di formazione ha avuto? Non dico leggersi La filosofia nel boudoir, ma almeno evitare certi luoghi comuni che nemmeno le pagine della posta di Cioè e Top Girl hanno visto mai.

Continuare la recensione sarebbe come sparare sulla Croce Rossa. Inoltre non ho più tempo né forze da dedicare a questa minestrina soporifera. Tuttavia se questo articoletto dissuaderà almeno uno di voi dal perdere due ore di vita per guardare 'sto "film", allora ne sarà valsa la pena.

Consigliato a:
Chi vuol provare le gioie del masochismo per due orette con questa flagellazione di "film".

Sconsigliato a:
Tutti. Piuttosto guardatevi Secretary con Maggie Gyllenhaal e James Spader. Anche lì il protagonista si chiama Mr. Grey, ma credetemi, il film è decisamente migliore.

2 commenti:

  1. Non hai letto il libro mi sa ... il problema è proprio quello, è scritto male il libro quindi il film "ne risente" avrebbero dovuto osare ancora di più, fare un hardcore ad alto budget e poi far passare nelle sale le due versioni +18 soft core e +18 hard core

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che hai ragione, anche perché così com'è il film non dice proprio nulla. Pretende di avere una storia quando invece non ce l'ha. È insipido.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...