Google+ Pazzi per il Cinema: 53. Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe (2013)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

lunedì 5 agosto 2013

53. Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe (2013)

Ci sono film dei quali ti innamori già dal trailer.
Medioevo steampunk, anacronismi come se piovesse, Gemma Arterton, effetti visivi fracassoni, magia oscura, Gemma Arterton, armi pesanti... Come dite? La Arterton l'ho nominata due volte? Mah, talvolta mi ripeto. Strano! Comunque dicevamo, abbiamo tutte queste cose nella stessa pellicola e già sai che ti piacerà, allora decidi di andarlo a vedere e ti prepari a uscire. Prendi portafoglio, chiavi, cellulare, vai al cinema e... SBAM! Dritto sui denti come il diretto per Malpensa delle 18:58 vieni colpito dal peggior flagello che la cinematografia conosca: la Noia (da notare la enne maiuscola).

Mio Dio che sbadigli! A momenti mi si slogava la mascella. Sapete, penso che film ed appuntamenti romantici abbiano un elemento in comune: se ad un certo punto della serata vi ritrovate a guardare l'orologio domandandovi quando finirà la tortura, allora significa che qualcosa non sta funzionando. Decisamente.

Ma dico io! Come si fa a fallire con una pellicola del genere? Il regista non dovrebbe fare altro che girare delle buone scene d'azione e basta. Noi spettatori già lo sappiamo che non c'è da aspettarsi altro. Invece, non pago di aver scritto una sceneggiatura degna di Snorlax, il regista ci omaggia con un filmetto che si trascina per due ore, con effetti raffazzonati, regia banale e colonna sonora di qualità altalenante. Per non parlare poi della resa visiva delle streghe, passi il look alla Chi ha paura delle streghe? ma le vocine stridule e le movenze babbee per favore no. Ma andiamo! Che razza di fiaba dark pensate ne sia venuta fuori?

Scusate se mi dilungo ma vorrei scambiare due parole con gli attori protagonisti.
Signor Renner, lei è un grande attore che è stato pure candidato all'Oscar. I cinecomic ci possono anche stare, ma questo no! Così si getta solo del fango addosso e basta. Ma chi glielo fa fare? Come dice? L'hanno pagata e pure bene? Ah, ok...
Gemma. Posso darti del tu, vero? Dai che siamo coetanei! ^_^ Allora Gemma, ho letto poco fa su Internet che hanno già annunciato il seguito di questo film e che gli attori non sono ancora stati confermati. Ora, tu non hai idea di quanto renda il giorno più luminoso vederti strizzata in quei corpetti di pelle ma quando ti proporranno la parte fatti un favore: rifiuta! Non sei più agli esordi dove un attore accetta indiscriminatamente tutti i ruoli che gli vengono proposti, pensa di più alla tua carriera futura.

Consigliato a:
Chi pur di vedere la Arterton nelle vesti di una mistress medievale è disposto a scoprire nuovi significati della parola "noia".

Sconsigliato a:
Chi si aspetta un film spettacolare. Qui di spettacolare c'è solo il sonno.

2 commenti:

  1. A fine anno conferirò il PREMIO CHIAVICA al peggior film del 2013
    questo Hanseccetera non l'ho visto MA MI BASTA LA TUA RECENSIONE (anche COMPONENTE INSTABILE concorda) per candidarlo
    un'altra nominescion va AFTER EARTH che -purtroppo- ho visto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora siamo in tre a concordare sulla nomination di questo "film" e penso proprio che il podio non glielo tolga nessuno.
      After Earth ancora non l'ho visto ma non ti invidio: Shyamalan riesce nell'ardua impresa di realizzare ogni film peggio del precedente. E dire che con Il sesto senso era andato tanto bene...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...