Google+ Pazzi per il Cinema: 56. Noi siamo infinito (2012)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

martedì 13 agosto 2013

56. Noi siamo infinito (2012)

Fa caldo, vero?
No, non mi riferisco all'estate.
Parlo di quella sensazione che nasce poco sopra l'ombelico, alla bocca dello stomaco, e si spande come elettricità verso i piedi e verso il cuore, per poi arrivare alla testa e non farci capire più nulla.
Signori è ufficiale: mi sono innamorato di questa pellicola.

La sceneggiatura è mirabilmente scritta e posta al servizio di una storia per nulla banale e scontata ma anzi complessa ed avvolgente come poche. Non pensate nemmeno per un momento che si tratti di una vicenda su amori adolescenziali o roba simile, qui c'è molto più di quanto possa trasparire da una qualsiasi locandina o un trailer a caso.
È spettacolare poi come personaggi tanto sfaccettati e complessi vengano interpretati così bene da attori tanto giovani. Non ci si crede che quei tre ragazzi siano stati capaci di una prova di recitazione tanto impeccabile da non fa rimpiangere l'assenza nel cast dei grandi nomi di Hollywood.

Il commento sonoro poi è qualcosa di veramente fenomenale, con canzoni azzeccate che riescono a dare la giusta cornice alla pellicola. Una volta lessi in un articolo che è arduo utilizzare efficacemente delle musiche non originali all'interno di un film perché lo spettatore è portato a distogliere l'attenzione dalle immagini su schermo per rievocare i ricordi legati ad una data canzone. Ebbene vi garantisco che dopo aver visto questo film avverrà l'esatto contrario dato che la sequenza della galleria è qualcosa di così potente che Heroes di David Bowie non la ascolterete più con lo stesso cuore. E lasciatemi dire che quando un film riesce a fare questo, a farci emozionare nella vita al di fuori della pellicola allora siamo ben oltre il mero prodotto d'intrattenimento e ci avviciniamo all'Arte.

Se proprio volessimo cercare il pelo nell'uovo allora potremmo asserire che la regia non è perfetta quanto il resto della produzione ma credetemi se vi dico non ve ne accorgerete neanche tanto sarà il trasporto emotivo. Di film così se va bene ne girano uno ogni anno e quando escono dettano il passo nella storia del Cinema. Sarà una pietra miliare e state pur certi che se ne parlerà ancora negli anni a venire.

Consigliato a:
Tutti coloro che amano il buon Cinema. Film così escono troppo raramente per permettersi di lasciarseli sfuggire.

Sconsigliato a:
Chi non ama il taglio di capelli della Watson. Davvero, a parte questo non vedo altri validi motivi per non guardare questa pellicola... e a pensarci bene lei sarebbe un amore anche se fosse calva e senza sopracciglia quindi non avete scuse: andate a vedere questo film. Adesso!

3 commenti:

  1. Non ho ancora visto questo film, ne ho sentito parlare tantissimo e la tua recensione appassionata mi invoglia ancor di più! Comunque la storia del tuo immenso proposito dell'anno è stupenda!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...