Google+ Pazzi per il Cinema: 5. Europa Report (2013)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

giovedì 23 gennaio 2014

5. Europa Report (2013)

Stavolta non dirò che amo la fantascienza. No. Vi dirò invece che AMO i numeri, così, tanto per perdere lettori.
Snoccioliamo qualche dato:
Budget di Europa Report: 10 milioni di dollari
Incassi di Europa Report: 125 mila dollari
Perdita: 98.8% del capitale investito
Non stupitevi quindi se Europa Report non l'avete mai neanche sentito nominare perché probabilmente 'sto film non se lo sono visto nemmeno gli attori protagonisti.
Qualcosa in questo prodotto è andato più storto di un incrocio tra una banana ed una brugola che nemmeno il Dottor K. saprebbe descrivere, ma andiamo con ordine.

Quale fu la più grande sfortuna di Antonio Salieri?
Ma è ovvio, essere vissuto nello stesso periodo di Mozart! (Non che sia un pozzo di scienza, lo so perché l'ho visto nel film di Miloš Forman che anzi vi consiglio. Che poi la musica classica mi piace pure, eh, pensate che... Come dite? Sto divagando? Ah... Va bene, la smetto).
Dicevamo, quale fu la più grande sfortuna bla bla bla... Essere vissuto durante Mozart.
Bene, e quale fu invece la più grande sfortuna di Europa Report?
Ma è ovvio, essere uscito lo stesso anno di Gravity! Sì, va bene, magari anche l'essere lento come un bradipo il lunedì mattina non ha aiutato ma non stiamo a cavillare.

Ora, il film è un "falso documentario" con tutto quello che ne consegue: regia e montaggio volutamente grezzi, attori generalmente poco conosciuti e commento sonoro ridotto all'osso.
In particolare notiamo quanto la produzione soffra per una sceneggiatura non allo stato dell'arte, eccessivamente lenta e poco incisiva nel trasmettere la tensione e l'angoscia volute. La regia poi, per quanto gradevole, non riesce ad imporsi, risultando ben lontana da quella dei punti di riferimento del genere (chi ha detto Chronicle?)
Nota di merito che in parte risolleva le sorti dell'intera pellicola va alle scenografie, con interni verosimili ed un'accuratezza quasi maniacale nella realizzazione della luna di Giove. Giudicate voi se queste poche cose possano valere il tempo della visione, a me sono bastate...

Consigliato a:
Chi guarderebbe un film che parla dello Spazio solo perché parla dello Spazio.

Sconsigliato a:
Chi da un film di fantascienza esige un certo ritmo. Se non siete fan del genere, lasciate stare.

2 commenti:

  1. solito mockumentary finto originale, che invece di originale non ha niente.
    e sì, è davvero lento e noioso :)
    tra questo e gravity, non so quale sia peggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai! Gravity non è peggio! XD
      Ho letto il tuo articolo su Gravity ed ammetto che quel film o lo si ama o lo si odia, io stesso l'avevo consigliato a "pochi" pur avendolo amato alla follia http://pazziperilcinema.blogspot.it/2013/10/67-gravity-2013.html

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...