Google+ Pazzi per il Cinema
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

martedì 7 novembre 2017

Recensione Barely Lethal - 16 anni e spia (2015)

Non importa quanti peli abbiate sul petto: se non avete visto (ed amato) Mean Girls non siete Veri Uomini.
La pensano così anche Kyle Newman e John D'Arco, rispettivamente il regista e lo sceneggiatore di Barely Lethal. Come dite? Non li avete mai nemmeno sentiti nominare? Tranquilli, sono due emeriti sconosciuti. Ma #chissenefrega, aggiungo io. Quei due sono riusciti ad infiocchettare un filmettino godibile e che strizza l'occhio a quei "film" che noi Veri Uomini amiamo tanto.

mercoledì 25 ottobre 2017

Recensione Blade Runner 2049 (2017)

Da sempre nelle mie recensioni evito di dare valutazioni numeriche. Potrei dirvi che lo faccio perché reputo il Cinema un'Arte e non possiamo dare un voto ad un'opera d'arte. Ma questa sarebbe solo mezza verità. Il motivo è che siamo tutti diversi. È bello pensare che esistano film "oggettivamente" belli, ma è anche vero che non può esistere il "film perfetto" in grado di mettere tutti d'accordo.

Il confine tra uomo e macchina
Cosa definisce un individuo? Cosa lo rende "umano"? È il libero arbitrio? Oppure è l'anima?
Come ogni storia cyberpunk che si rispetti, Blade Runner 2049 si interroga (e ci interroga) su questi temi.

venerdì 13 ottobre 2017

Ospiti a Stereofollia: la musica di Ennio Morricone


Dalla Trilogia del dollaro a The Hateful Eight, passando per C'era una volta in America, Gli intoccabili e La leggenda del pianista sull'oceano.
Queste sono solo alcune delle numerose colonne sonore scritte dal nostro Ennio Morricone. Ed è a lui che è dedicata la prossima puntata di STEREOFOLLIA su http://webradionetwork.eu/

Con la conduzione di DJ Fabio, trascorreremo due ore ascoltando buona musica ma soprattutto parlando di grandi Film con la "effe" maiuscola.
Vi aspetto quindi lunedì 16 ottobre alle ore 22:00 su STEREOFOLLIA!

lunedì 2 ottobre 2017

Recensione It Follows (2014)

Visto che Stranger Things è andato alla grande, mi permetto di citare Dungeons & Dragons sperando di non passare per sfigato. 
A pagina 143 del Manuale dei Mostri 1 troviamo l'Inevitabile.

Un Inevitabile si concentra completamente sul suo obiettivo.
Prosegue nella sua missione indipendentemente da tutto. Alcuni Inevitabili, non avendo modo di attraversare un oceano, si sono gettati tra le onde e hanno camminato sul fondo del mare, attraversandolo, per riemergere su un altro continente vari mesi dopo.
[Dungeons & Dragons - Manuale dei Mostri I]

Una figata, eh?

mercoledì 27 settembre 2017

Recensione Valhalla Rising - Regno di sangue (2009)

È andata più o meno così.
Io: «Hey, mi hanno consigliato Valhalla Rising. Lo conosci?»  
Amico fidato: «Certo: vale la pena vederlo.»
Lo guardo.
Mi fa cagare a spruzzo.
Torno dal mio amico fidato.
Io: «Ho visto Valhalla Rising. Non è che sia tutto 'sto gran che...»
Amico fidato: «L'hai visto? Perché? o_O »
Io: «In che senso? Mi hai detto tu che "vale la pena vederlo".»
Amico fidato: «Ma no, hai sentito male! Ho detto che NON vale la pena vederlo!»
Lacrime e appuntamento dall'otorino.

lunedì 18 settembre 2017

Recensione The Zero Theorem - Tutto è vanità (2013)

Se fossimo andati alle elementari insieme, io e Terry Gilliam saremmo stati amici per la pelle.
I suoi film sembrano uscire direttamente dalla mia testa! Come dite? Questa è una di quelle cose che sarebbe meglio non esternare? In effetti avete ragione, The Zero Theorem è l'ennesimo viaggio in acido prodotto dalla mente di Gilliam. La dimostrazione che quell'uomo non sta affatto bene. Ma andiamo con ordine.

Brazil + Transmetropolitan = Teorema Zero
Ho amato Brazil. Ci ho scritto sopra una parte della tesina del liceo, sapete? Con The Zero Theorem Gilliam regala alla Settima Arte un altro spettacolare e terrificante futuro distopico. Costumi, scenografie e luci funzionano alla perfezione.

lunedì 11 settembre 2017

Recensione The Neon Demon (2016)

Fisica classica
Esame di Dinamica del corpo rigido
Docente: Dott. Ing. Lup. Man. Di Gran Croc. Alessandro Barbagallo

Quesito
In un sistema di riferimento cartesiano prendiamo un punto a distanza r dal centro, in rotazione rispetto ad esso. Definiamo ∆θ l'angolo spazzato da tale segmento nel tempo. Al tendere di questo tempo a zero, otteniamo la velocità angolare media di rotazione di suddetto punto, definita come ∆θ/∆t.