Google+ Pazzi per il Cinema: 23. La scomparsa di Patò (2012)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

lunedì 11 marzo 2013

23. La scomparsa di Patò (2012)

È raro che io guardi film dei quali abbia già letto il libro.
Non fraintendetemi, non sono una di quelle persone che sparano a zero su una pellicola solo perché "il libro è sempre meglio del film".
Letteratura e cinema sono due cose totalmente diverse.
Non è che se entrambi narrano una storia allora significa che sono confrontabili, altrimenti potrei benissimo dire che "queste scarpe sono più belle di questa sciarpa" solo perché entrambi sono capi di abbigliamento.

Comunque...
Dicevo che solitamente non guardo film dei quali ho già letto il libro perché già conosco sia l'intreccio che il finale, soprattutto se parliamo di un giallo.
Allora perché l'ho visto?
Ero curioso di vedere come avrebbero reso sullo schermo un romanzo epistolare e devo dire che gli è riuscito davvero bene. Certo, il film ha uno stile molto televisivo ma questo di certo non mina minimamente la fruibilità della pellicola.
La sceneggiatura riesce da sola a tenere in piedi l'intera produzione e quella che lo spettatore si trova davanti è una fenomenale storia investigativa, e ve lo dice uno che non impazzisce per i gialli.

Consigliato a:
Chi apprezza la serie de "Il commissario Montalbano" oppure semplicemente ama i bei gialli.

Sconsigliato a:

Chi non riesce a chiudere un occhio su film con una marcata impronta televisiva.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...