Google+ Pazzi per il Cinema: 47. Mary and Max (2009)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

lunedì 8 luglio 2013

47. Mary and Max (2009)

Sono terribilmente arrabbiato.
Mi spiegate come può accadere che un film in stop motion trasmetta più emozioni di un film con attori in carne e ossa? Diamine, sono pupazzi. PUPAZZI! Non sono persone vere! Io non posso versare lacrime per dei pupazzi. Io non... non posso commuovermi. Non DEVO commuovermi!
Non... devo... piangere...

Devo essere forte.

Mio Dio, questo film è un pugno allo stomaco.
Le emozioni che trasmette sono potenti eppure non è che la storia tratti temi particolarmente elevati o drammatici. No. Semplicemente mostra uno spaccato della vita dei personaggi. 
Vedete, uno si siede davanti al televisore, guarda i primi minuti e si domanda perché mai gli sia stato consigliato un film così. Tecnicamente non siamo certo ai livelli di Tim Burton ed  anche il budget è chiaro che doveva essere alquanto risicato. Eppure più passano i minuti e più ti immergi dalla storia, ne vieni attratto come accade per le calamite che tenute a distanza non si muovono ma una volta avvicinate TRAC! ti sfuggono dalle mani e si attaccano tra loro. Ecco, io e questa pellicola siamo come due calamite di diversa polarità. All'inizio non sapevamo dell'esistenza l'uno dell'altra ma non appena ci siamo avvicinati quel tanto che serve è stato amore ed adesso sarà difficile separarci nuovamente.

Consigliato a:
Chi non guarda all'apparenza ma alla sostanza dei film.

Sconsigliato a:
Chi non ama particolarmente le pellicole impegnative a livello emozionale. Diciamo che se avete voglia di passare una serata all'insegna della spensieratezza cercare un film diverso è un'opzione migliore.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...