Google+ Pazzi per il Cinema: Recensione Barely Lethal - 16 anni e spia (2015)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

martedì 7 novembre 2017

Recensione Barely Lethal - 16 anni e spia (2015)

Non importa quanti peli abbiate sul petto: se non avete visto (ed amato) Mean Girls non siete Veri Uomini.
La pensano così anche Kyle Newman e John D'Arco, rispettivamente il regista e lo sceneggiatore di Barely Lethal. Come dite? Non li avete mai nemmeno sentiti nominare? Tranquilli, sono due emeriti sconosciuti. Ma #chissenefrega, aggiungo io. Quei due sono riusciti ad infiocchettare un filmettino godibile e che strizza l'occhio a quei "film" che noi Veri Uomini amiamo tanto.





La trama in 50 parole
Un'agenzia governativa super segreta addestra sin dall'infanzia piccole orfanelle per farne, un giorno, letali spie. 
83, il cui vero nome è Megan, è la migliore agente dell'Agenzia. Segretamente però 83 desidera vivere una normale vita da teenager. Durante un'operazione di spionaggio finge quindi la propria morte per iscriversi al liceo.

Tra scene d'azione, drammi adolescenziali e citazioni di 10 cose che odio di te, il film scorre che è un piacere. La trama sarà pure telefonatissima, ma funziona e non annoia. Azzeccata poi l'interpretazione sopra le righe degli attori adulti. Samuel L. Jackson e Jessica Alba prendono con la giusta leggerezza i propri ruoli, risultando in linea con la natura frivola della pellicola. Appena sufficienti invece Sansa Stark e la bimba del Grinta. Pur non recitando da cani, non reggono il confronto le varie Cady Haron e Regina George tanto amate da noi Veri Uomini.



24% su Rotten Tomatoes
Considerando che su Rotten Tomatoes quella cagata di Valhalla Rising ha un punteggio di 77%, capiamo quanto siano attendibili i voti delle recensioni. Ma dico io, che senso ha usare lo stesso metro di giudizio per valutare, che so, Blade Runner 2049 e Non ci resta che piangere? Chiediamoci piuttosto a cosa stia puntando un film. All'Oscar? Alla Palma d'oro? Ad intrattenere e basta? 
Quale è lo scopo di Barely Lethal?
Permettere a Sophie Turner, Samuel L. Jackson e Jessica Alba di pagare le rate del mutuo.
Far passare un'oretta spensierata allo spettatore in compagnia di una pellicola leggera ma piacevole.
Bene, ora chiediamoci: "Ci riesce"?
Sì.
Punto. L'obbiettivo è raggiunto. Voto: 110eLode con bacio accademico.
Altro che "24% su Rotten Tomatoes"! =_="
Se un sedicente critico premesse Play sul telecomando aspettandosi da Barely Lethal le atmosfere di François Truffaut, significa che non ha capito una beneamata mazza della sua vita.

Consigliato a:
Chi ha 12 anni nello spirito e soprattutto è un Vero Uomo.

Sconsigliato a:
Chi teme che guardando una teen comedy gli possano cadere quei pochi centimetri di virilità che si ritrova.

2 commenti:

  1. Evvai, faccio parte pure io dei Veri Uomini! :)

    Non a caso anche a me questo film è garbato parecchio. Intrattenimento da Vero Ometto di 12 anni ad alti livelli.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...