Google+ Pazzi per il Cinema: 57. Killer Elite (2011)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

lunedì 2 settembre 2013

57. Killer Elite (2011)

Jason Statham, Clive Owen e Robert De Niro entrano in un bar.
BOOOM!

Questo è ciò che ci aspettiamo di vedere in un film con quei tre. Esplosioni, esplosioni ed ancora esplosioni.
Andiamo, guardate la locandina! Non sentite l'odore del testosterone provenire dallo schermo? Come dite? Che odore ha il testosterone? Non so... saprà tipo di palestra... Comunque il fatto è che da un film così non ti aspetti altro che deflagrazioni e botti neanche fosse capodanno ma poi d'un tratto la vedi, lì in basso, timida timida che ti guarda beffarda, la frase "tratto da una storia vera". Ecco, è in quel momento che capisci che l'esagerazione tipica dei film action sarà piegata alla realtà dei fatti. 
Pazienza, ormai il film sta iniziando, guardiamocelo.

La pellicola abbandona l'approccio basato sulla sola azione adrenalinica per orientarsi verso uno stile più realistico e crudo. Capiamoci, non è per nulla un film riflessivo e le scene d'azione non mancano di certo, ma questo è uno di quei prodotti che viaggiano a cavallo di due generi ma non ne sfruttano le potenzialità. La storia scorre rapida ed il filo degli eventi è abbastanza intrigante da spingere lo spettatore a non cambiare canale, il che non è poco. Tuttavia non siamo di fronte a qualcosa di abbastanza esagerato da risultare divertente per la sua ignoranza né abbastanza asciutto e ben narrato da dare filo da torcere ai capisaldi del genere, tipo i vari film tratti dai romanzi di Clancy. Insomma, non riesce a lasciare il segno ed è un vero peccato visto che contiene delle scene d'azione estremamente ben realizzate e plausibili.

Il vero tallone d'Achille (anzi da Killer, e chi la capisce è bravo) della produzione è la narrazione. Gli sceneggiatori non sono stati sufficientemente efficaci nel trasporre il romanzo omonimo su pellicola, realizzando un prodotto sciapo e disordinato nella narrazione e nel tratteggio dei personaggi. Per farla breve, questo non è un film che aggiungerei alla mia cineteca.

Consigliato a:
Chi cerca un thriller di spionaggio crudo ed asciutto.

Sconsigliato a:
Chi si aspetta un film che rimanga nella Storia. Questo temo sarà presto dimenticato.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...