Google+ Pazzi per il Cinema: 64. Now You See Me - I maghi del crimine (2013)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

lunedì 23 settembre 2013

64. Now You See Me - I maghi del crimine (2013)

Madido di sudore, il Recensore li bracca come un mastino infernale.
L'ascia pesa nella sua mano e la stanchezza del lungo inseguimento l'ha fiaccato nel corpo, ma il suo sguardo è ancora vivo e colmo di ira.
Loro corrono. Si chiudono la porta alle spalle. Poveri stolti.
Sbam! Sbam! Krack!
Lo squarcio aperto sulla porta è troppo stretto perché il Recensore possa passarci, ma largo abbastanza da permettergli di articolare il suo folle messaggio: «Sceneggiatoooriii! Sono a casa! Su, venite fuori. Dove vi nascondete?»

S'è capito che sono un tantino alterato?
Capiamoci subito, non è che questo sia un brutto film, anzi. L'incipit è davvero affascinante e ben narrato e la vicenda affascina già dai primi minuti, anzi diciamo pure fin dal trailer. Inoltre il ritmo è serrato e riesce a mantenere incollato lo spettatore alla poltrona, per la prima ora almeno. Dovete sapere che la vera magia di questa pellicola è quella di riuscire a mandare in vacca l'intera produzione nell'ultima mezz'ora di film, ed è da qui che nasce il mio odio viscerale per i tre sceneggiatori. Diamine, sono partiti così bene, hanno messo su una bella storia che è pure originale perché, diciamocelo, film su illusionisti rapinatori non è che si vedano ad ogni stagione, e poi che succede? Si perdono pezzi per strada a causa dell'aggiunta di elementi ai quali doveva essere dato maggior spessore fin dall'inizio per darne il giusto peso nell'economia del film.
Vedete, sembra che i tre (ebbene sì, anche 'sta volta gli sceneggiatori hanno lavorato in gruppo...) si siano divisi il lavoro nel seguente modo: quello bravo ha scritto la prima metà dell'opera, quello meno bravo la seconda mentre il terzo ha portato la vodka alla pesca e due amiche. Non c'è altra spiegazione, hanno lavorato veramente male, realizzando una storia fin troppo macchinosa nella parte finale e con un numero decisamente troppo elevato di buchi di trama.

Note positive nella pellicola? Massì, che diamine! Fatemi posare momentaneamente l'ascia che ve le racconto.
...
Dicevo, di note positive ne abbiamo di certo. Gli attori sono tutti bravi. E per tutti intendo proprio TUTTI, con Mark Ruffalo e Morgan Freeman primi ma di misura. La regia è veramente ottima e capace di gestire magistralmente tutte le scene, con particolare occhio di riguardo per i numeri di prestigio e gli inseguimenti in auto.

Ora, dove eravamo?
Ah, sì: sceneggiatoooriii...
Consigliato a:
Chi è disposto a chiudere un occhio su una trama non priva di lacune per godersi un atipico heist film.

Sconsigliato a:
Chi ha sempre odiato il mondo dell'illusionismo ed maghi in generale.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...