Google+ Pazzi per il Cinema: 56. Lo Hobbit - La desolazione di Smaug (2013)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

lunedì 15 dicembre 2014

56. Lo Hobbit - La desolazione di Smaug (2013)

In attesa della terza parte della trilogia, urge ripassino de Un viaggio inaspettato e La desolazione di Smaug. Però mi sono accorto che questo secondo episodio non l'avevo recensito! o.o
Come ho potuto dimenticarmene?
Questo è forse il miglior film tratto dalle opere di Tolkien che Peter Jackson abbia girato. Ad oggi l'ho visto già 3 volte! Davvero, questo film è pressoché impeccabile sotto tutti gli aspetti. 

Gli attori fanno praticamente a gara a chi è più bravo. Anche solo soffermandoci sui protagonisti pensiamo a come Martin Freeman regga egregiamente il proprio ruolo. Il giovane Bilbo al quale dà vita è credibile e ci si affeziona subito. Il drago invece lo amerete e basta. Se infatti guarderete il film in lingua originale noterete che a donargli la voce altri non è che Benedict Sherlock Cumberbatch, e scusate se è poco.
Gli effetti visivi sono da acquolina in bocca, soprattutto in 3D. Della regia invece non ne parliamo nemmeno: Jackson è nato per dirigere fantasy. Certo, se la cava egregiamente anche negli altri generi (chi si ricorda Sospesi nel tempo?), ma ammettiamolo: quell'uomo riesce a donare vera vita agli scritti di Tolkien.

Ora, cari amici cinefili, c'è una cosa che devo confessarvi. Come dite? No no no, non devo dichiarare il mio amore per l'elfagnocca di Evangeline Lilly. No, questa è una cosa seria. Invito i più conservatori tra voi a tapparsi le orecchie (o meglio, a chiudere gli occhi) perché stanno per essere scritte parole molto forti e non adatte ai deboli di cuore. Pronti?

"LO HOBBIT" MI STA PIACENDO PIÙ DE "IL SIGNORE DEGLI ANELLI"

Oddio, l'ho detto!
Già li vedo lì, in lontananza. Forconi accesi. Torce di luce. Sì, sono i fan duri e puri che preferiscono i toni meno leggeri de Il Signore degli Anelli. Fermi! Lasciate che vi porga un ramoscello d'ulivo. Premesso che questa non è una gara, lasciatemelo dire: quando un film riesce a farti avvicinare ad un genere che non è tra i tuoi preferiti, significa che è un buon film. Vedete, pur avendo apprezzato Il Signore degli Anelli, è solo con Lo Hobbit che mi sto avvicinando seriamente al fantasy.

Sono certo che comprerò il cofanetto blu-ray dell'intera saga, quando uscirà. Nel frattempo, vi do appuntamento nei prossimi giorni con la recensione del terzo ed ultimo atto della trilogia. Prepariamoci, La battaglia delle cinque armate sta per cominciare!

Consigliato a:
Chi è curioso di vedere come deve essere girato un buon film fantasy.

Sconsigliato a:
Chi non ha apprezzato il capitolo precedente.

2 commenti:

  1. Condivido in pieno. Lo HOBBIT e LA DESOLAZIONE di Smaug sono 2 bellissimi film. I fan duri e puri non saranno mai contenti. Ma VIVA Peter Jackson che ci ha fatto sognare!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...