Google+ Pazzi per il Cinema: La Paura fa (anni) '90
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

martedì 27 gennaio 2015

La Paura fa (anni) '90

Scusate il pessimo gioco di parole nel titolo del post... Comunque, continuiamo belli spediti in questa maratona dedicata a Dario Argento. Oggi recensiremo ben quattro film! Forza dunque, avanti con il primo.

11. Due occhi diabolici (1990)
Dopo Italia-Germania 4-3, con questo film abbiamo Italia-USA 1-0. Uhm... Vi vedo confusi. Mi sa che urge fare una premessa.
Due occhi diabolici è un film in due episodi firmato dai grandi registi dell'horror Romero e Dario Argento. I due dirigono qui due storie tratte dai racconti di Edgar Allan Poe. Per quanto non troppo fedeli agli originali cartacei, entrambi gli episodi risultano piacevoli da seguire. Tuttavia, e non lo dico per spirito patriottico, mentre Il gatto nero diretto da Argento risulta interessante al punto da farmi venire voglia di rileggere Poe, Romero si limita a dirigere freddamente e basta. Peccato.
Voto:


12. Trauma (1993)
"Trauma" deve riferirsi all'esperienza fatta da Argento con Romero nel film precedente. Non si spiega altrimenti questa robaccia qui. Mio Dio! Vi dico solo che durante la visione avevo pensato di scrivere un articolo come quelli del Dr. Manhattan, tante sono le incongruenze nella pellicola. Però il solo pensiero di doverlo rivedere da capo per fare gli screenshot mi ha fatto stare male. Questo film non lo rivedrò MAI PIÙ!
Da dove cominciare? Diciamo che questo è un esempio lampante di come un buon soggetto non si traduca automaticamente in una buona sceneggiatura. Infatti i tempi morti sono all'ordine del giorno ed è palese che non c'è sufficiente materiale per un'ora e mezza di girato. La recitazione poi è decisamente sottotono, e non mi riferisco a quella di Asia Argento. Parlo di TUTTI gli attori. Potrei scrivere pagine su tutto ciò che c'è di sbagliato in questa pellicola. Potrei parlarvi dei personaggi più insulsi creati da Argento fino a questo momento (il bambino più idiota della storia del Cinema, il farmacista manesco senza motivo, le teste decapitate che continuano a proferire verbo, i buchi di trama... Devo continuare?). Certo, gli va dato atto che l'assassino è ben celato e gli omicidi, per quanto tutti uguali, sono creativi. Ma se un film è noioso, non c'è genialata che possa salvarlo.
Caro Darione, finora m'eri piaciuto tanto. Avevi addirittura battuto due fuoricampo perfetti con Profondo rosso e Suspiria, ma questo film è uno strike.
Voto:


13. La sindrome di Stendhal (1996)
Strike due!
Non c'è davvero null'altro da aggiungere. Fidatevi sulla parola: EVITATE-QUESTO-FILM.
Belle le scene oniriche dentro i quadri, buona la fotografia ma, come diceva Califano, ♩♪ Tutto il resto è noiaaa ♬♪♬
Inoltre alcuni personaggi sono resi talmente male che strappano risate involontarie, tipo il padre della protagonista che ha perennemente questa espressione qui:

Giuro, non la cambia MAI! Altro che Kristen Stewart...
Ah! Stavolta l'ho capito chi è l'assassino! Yeeeh :D
Voto:


14. Il fantasma dell'Opera (1998)
Come girare un film cult di mio gradimento:
- Ricordare vagamente Labyrinth con David Bowie
- Usare ettolitri di sangue (preferibilmente rosso)
- Vestire il David Bowie di turno come Alucard di Castlevania
- Realizzare qualche Delitto-Morte-Omicidio che nemmeno le Fatality di Mortal Kombat
- Mostrare un numero non dispari di tette sullo schermo (NB: Atto di Forza è l'eccezione che conferma questa regola)
Ora, datemi del pazzo ma questo film l'ho A-D-O-R-A-T-O!
Già dai primissimo minuti capiamo che non ci troviamo di fronte al classico horror di Argento. Per quanto sangue e dettagli truculenti non manchino, lo stile è molto fiabesco. "Fiabesco" più come una storia dei fratelli Grimm piuttosto che un Classico Disney ovviamente, ma avevamo dubbi?
Inoltre abbiamo le musiche di Morricone che da sole costruiscono metà dell'atmosfera. L'altra metà è merito della regia (ovviamente) e della fotografia, qui piuttosto buona.
Dio quanto mi sono divertito con questo film! Meriterebbe un articolo a parte. Potrei, anzi DOVREI andare avanti a scrivere ancora per molto ma ci stiamo già dilungando troppo. Lancio però un appello ai miei amici: questo film dobbiamo rivedercelo tutti insieme! ò_ó
Voto:


Su su, che lo speciale è quasi concluso. Ancora un paio di articoli e poi ci dedichiamo finalmente all'Evento che noi tutti cinefili attendiamo più del Natale: GLI OSCAR!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...