Google+ Pazzi per il Cinema: 69. Il grande e potente Oz (2013)
Icon RSS Icon Facebook Icon Twitter Icon Google+ Icon Tumblr

lunedì 21 ottobre 2013

69. Il grande e potente Oz (2013)

Avete presente il momento in cui aprite la finestra e sentite l'odore dell'aria fresca che entra? È una cosa che fa stare bene, vero? Eppure non è che abbiamo fatto chissà quali sforzi o compiuto chissà quali imprese, abbiamo solo aperto una finestra.
Eppure ci fa stare meglio.
Ci risolleva. Rasserena l'animo.
Vedete, non serve necessariamente essere originali sempre e comunque in tutto per tirarci su il morale, talvolta bastano anche le piccole cose .
E' questo il caso de Il grande e potente Oz di Sam Raimi.

Ora, ogni volta che Raimi gira un nuovo film non si sa mai cosa aspettarsi. Diciamo che è un autore dalla qualità molto altalenante, che spazia dal film di culto alla fantozziana cagata pazzesca.
Grazie al Cielo 'sta volta pare l'abbia fatta giusta e tutto gira perfettamente bene come un meccanismo ben oliato: attori che sanno recitare, regia in grado di mescolare sapientemente la computer grafica nella scena ed una storia che, se saprete lasciarvi trasportare, si rivelerà essere una gradevolissima fiaba che strizza l'occhio a chi è già avvezzo al mondo di Oz.
Il 3D meraviglioso, gli effetti visivi spettacolari ed i paesaggi evocativi danno vita ad uno dei fantasy visivamente più appaganti degli ultimi anni, in un contesto molto meno dark di quanto mi aspettassi.
È un capolavoro? No, ma di certo non è un brutto film.

Consigliato a:
Chi ama il cinema fantastico allo stato puro.

Sconsigliato a:
Chi ancora dopo oltre 50 pellicole e più di 70 anni è tuttora convinto che i libri di Baum funzionino al cinema solo come musical.

1 commento:

  1. anche a me non è dispiaciuto.
    come intrattenimento fantasy funziona più che bene

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...